COMUNICATO A.I.G.O.C. del 11 Settembre 2012
Presunta nostra ignoranza di eugenetica
In merito alla “preoccupazione per la gravità delle affermazioni della Associazione dei Ginecologi e Ostetrici Cattolici in riferimento alla sentenza della Corte UE” espressa dalla S.I.S.ME.R. il Consiglio Direttivo dell’A.I.G.OC. manifesta il suo dispiacere nel notare che la preoccupazione espressa dalla S.I.S.ME.R. sia motivata da una presunta nostra ignoranza della definizione di eugenetica elaborata dalla O.M.S. e non piuttosto dal numero sempre crescente di vittime della diagnosi preimpianto e di un certo modo di fare diagnosi prenatale.Quando una vita umana innocente ed indifesa viene eliminata la gravità morale di questo gesto non cambia se c’è una legge che consente di farlo oppure no e neanche le definizioni di organismi internazionali possono modificare la reale gravità del gesto di uno o più esseri umani che si arrogano il diritto di decidere se un altro loro simile debba o non debba continuare a vivere!
Non è la prima volta che Società Scientifiche cambiano a loro piacimento alcune definizioni per camuffare la realtà dei fatti (vedi A.C.O.G., 1965) oppure per “calmare l’ansietà diffusa nell’opinione pubblica” (M. Warnock , 1984) e per creare una cultura di morte facendola passare per progresso scientifico.

 

 Perscaricareilcomunicato CLICCAQUIComunicatoAIGOC-11sett2012

Torna su