Giorno: 12 Settembre 2019

 

In un orizzonte dal quale è stato espulso il Creatore e il suo progetto sull’uomo, nel quale sono ormai accantonati speculazione pensiero sul senso della vita, sul venire al mondo, sul vivere, sul soffrire, sul morire, sul destino ultimo, si fa avanti una nuova antropologia che ci presenta un uomo padrone assoluto di se stesso, del suo vivere e del suo morire.

Le certezze sull’uomo che ci sono state consegnate dalla Cristianità, sulle quali si è fondata una millenaria civiltà, si sgretolano e cedono sotto l’incalzare di una cultura che impone una nuova concezione dell’uomo e della vita, veicolata dal sottile inganno linguistico di modificare il significato delle parole, così la dignità non è più insita in ogni uomo, a prescindere dalle condizioni in cui si venga a trovare, ma viene attribuita, secondo standard eterodecisi. E il nascere e il morire passano dalle mani di Dio in quelle dell’uomo che si fa dio di se stesso.

Per un diabolico inganno il delitto diventa diritto, conquista di civiltà.

Ma “guai a coloro che chiamano bene il male male il bene, che cambiano le tenebre in luce e la luce in tenebre” dice il profeta…

Il Prof. Giuseppe Noia(Presidente AIGOC) interverrà al convegno con una relazione dal titolo “Dall’aborto all’eutanasia”

PER SCARICARE IL VOLANTINO DEL CONVEGNO CLICCA QUIpieghevole convegno 2019

 

 

 

 

 

LA VITA PRENATALE: QUESTA SCONOSCIUTA.FORMAZIONE PERMANENTE E ECM.La cittadella dell’Oasi di Troina EN, 12 ottobre 19

 

RILEVANZA

La terapia fetale nasce con l’avvento della medicina fetale 40 anni fa. In tutto il mondo le tecniche ultrasonografiche sono diventate elemento basilare per guidare approcci invasivi verso un compartimento fetale e apportare una serie di atti diagnostici e terapeutici finalizzati a trattare il feto come un paziente a tutti gli effetti. I successi ottenuti nel Centro di Diagnosi e Terapia Fetale del Gemelli attuando la cosiddetta terapia fetale integrata, dimostrano che anche in gravi patologie feto-neonatali, ci sono possibilità di intervento per ridonare capacità gestazionale a tutte quelle famiglie gravate da una diagnosi infausta. L’Hospice Perinatale ha un impatto culturale fra due modi di pensiero antropologicamente opposti: il primo vive dell’illusione che eliminando il sofferente si possa eliminare la sofferenza, il secondo invece nel rispetto più totale della preziosità della vita umana, senza guardare alle dimensioni dell’essere umano ma solamente al suo valore, cerca di prevenire le malattie, cerca di curarle, cerca di limitare i danni fisici e psicologici del malato e delle famiglie, cerca di lenire la sofferenza fisica e psicologica, forte dell’assunzione di tre metodologie per affrontare la sofferenza umana: I prevent, I cure, I relief (prevenire, curare, lenire il dolore). Ma tutto questo esprime il concetto della solidarietà umana, della medicina condivisa, e si traduce in un’unica espressione: I care (mi predo cura di te). Il quadro generale ha segnato quindi un passaggio che nella medicina fetale è diventato una eccellenza etica della nostra istituzione: l’Hospice Perinatale non è un luogo ma è un modo di curare il feto e il neonato. Anche nelle condizioni patologiche più estreme si può dare speranza di prevenzione, cura e sollievo del dolore accompagnando non solo il feto con tutto l’approccio scientifico e clinico ma anche le famiglie. E’ questo il vero fondamento della medicina della speranza.

 

FINALITÀ

Il corso si propone di introdurre gli argomenti cruciali per interpretare e valutare sul piano scientifico gli interventi medico- scientifici che riguardano la cura della vita sin dalle sue origini, nel rispetto della totalità della persona umana.

 

OBIETTIVI SPECIFICI

Il corso consentirà ai partecipanti di acquisire competenze rispetto a:

  1. protagonismo biologico dell’embrione;
  2. relazione biologica e psico-dinamica madre-feto;
  3. l’embrione ed il feto come paziente.

OBIETTIVO FORMATIVO ECM

18 – Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica

 

METODOLOGIA DIDATTICA

L’evento formativo privilegerà una metodologia didattica attiva che farà leva sulla motivazione all’apprendimento e sul ruolo dell’esperienza

 

MODALITÀ PER LA VALUTAZIONE DELLAPPRENDIMENTO

Questionario a risposta multipla con soglia di superamento del 75% di risposte esatte

 

DESTINATARI

L’evento è destinato alle seguenti figure professionali: tutte le professioni sanitarie, Sacerdoti, ICR, insegnanti, con un numero massimo di 200 partecipanti

 

L’IRCCS in qualità di provider ECM n° 336, ha accreditato l’evento, per gli operatori sanitari ECM, secondo i criteri stabiliti dalla CNFC. Il numero dei crediti assegnati è visionabile sul sito web, nella scheda informativa dell’evento.

PROGRAMMA

12 ottobre 2019

8.30-9.00 Registrazione dei partecipanti

9.00-9.30 Apertura del corso e saluti da parte del Vescovo della Diocesi di Nicosia Sua Eccellenza S. Muratore e da parte del Presidente dell’IRCCS Oasi Maria SS. di Troina Don Silvio Rotondo

Saluti da parte dei Responsabili diocesani della Pastorale della Salute e della Pastorale della Famiglia

9.30- 9.45 Introduzione al corso : Dott. M. Condorelli

9.45-11.00 “Protagonismo biologico dell’embrione” (Prof. G. Noia)

  • L’embrione medico della madre
  • L’epigenetica e il fondamento delle malattie nell’adulto riferibili ai primi 8 giorni di esistenza Modera: Dott.ssa R. Cento

11.00-11.30 Pausa

11.30-12.30 “La relazione biologica e psico-dinamica madre-feto”(Prof. G. Noia)

  • Lo sviluppo della sensorialità e del mondo psichico fetale
  • Le relazioni con la madre dinanzi ad eventi stressati o all’assunzione di farmaci
  • Le conseguenze fisiche e psichiche sulla salute mentale della donna dopo interruzione spontanea e volontaria

Modera: Dott.ssa M. Zingale

12.30-13.00 Dibattito

13.00-14.30 Pausa pranzo

14.30- 15,30 “L’embrione e il feto come paziente” (Prof. G. Noia)

  • prevenzione delle malformazioni in fase preconcezionale
  • la consulenza preconcezionale
  • la consulenza prenatale
  • la diagnosi prenatale: vecchi e nuovi approcci

Modera: Dott. Paolo Favazza

15.30-16.30 “L’embrione e il feto come paziente” (Prof. G. Noia)

  • la terapia del feto in utero
  • l’accompagnamento dei feti non passibili di terapia
  • l’hospice perinatale
  • la fondazione il cuore in una goccia onlus

Modera: Dott. F. D’ Amico

16.30-17.00 Discussione e Conclusioni

RESPONSABILE SCIENTIFICO

Filippo D’Amico e Francesco Gurgone – Responsabili dell’Ufficio di Pastorale della Salute -Diocesi di Nicosia

Salvatore Pettinato, Marinella Zingale, Vito Di Le, Rosmary Scilanga – Responsabili dell’Ufficio di Pastorale Familiare-Diocesi di Nicosia

 

DOCENTI

Giuseppe Noia – Professore Associato di Medicina dell’Età Prenatale presso la facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – Roma

COORDINAMENTO DIDATTICO

Carolina Tomasi – Responsabile U.O.S. Formazione Permanente ed ECM – IRCCS Oasi Maria SS.

Silvestro Polizzi – UOS Formazione Permanente ed ECM – IRCCS Oasi Maria SS. Troina – spolizzi@oasi.en.it – 0935-936466

INFORMAZIONI GENERALI

COME ISCRIVERSI

Compilare online la richiesta di partecipazione sul sito http://formazioneweb.oasi.en.it/ Compilare online la scheda di iscrizione sul sito http://formazione web.oasi.en..

La Segreteria organizzativa comunicherà ai richiedenti l’ammissione al corso, tramite e-mail.

In caso posticipo o sospensione del corso, gli iscritti riceveranno comunicazione tramite e-mail/sms almeno una settimana prima della data di inizio.

FONTI DI FINANZIAMENTO

Non sono presenti altre fonti di finanziamento da sponsor istituzionali o commerciali.

QUOTA DI ISCRIZIONE

È prevista una quota di iscrizione per i partecipanti esterni di pari a 10,00

La quota del corso dovrà essere corrisposta entro una settimana dalla conferma dell’iscrizione da parte della segreteria organizzativa tramite bonifico sul conto intestato a Associazione Oasi Maria SS. Onlus presso Banca Carige S.p.a., Agenzia di Troina, IBAN IT33V0617583722000007628480, indicando nella causale ““Fertilità ed infertilità di coppia. Stili di vita ed ambiente per un’ecologia della persona”

– 13 gennaio 2019).

La ricevuta del bonifico deve essere inviata, pena l’esclusione dal corso, tramite e-mail agli indirizzi

ecm@oasi.en.it; economico.finanziario@oasi.en.it

corredata dai dati per la fatturazione.

RECESSO ISCRIZIONE

Qualora non si protesse prendere parte all’evento, dovrà essere comunicata rinuncia entro 30 gg.

antecedenti la data del corso, via mail all’indirizzo ecm@oasi.en.it.

In tal caso verrà integralmente rimborsata la quota versata, al netto di eventuali commissioni bancarie. Successivamente, purché almeno 15 gg. prima la data del corso, sarà applicata una trattenuta del 50%. In caso di mancata partecipazione senza comunicazione di disdetta o in caso di comunicazione inviata oltre i termini sopra previsti sarà trattenuta l’intera quota versata.

MODIFICHE AL PROGRAMMA E ANNULLAMENTO CORSO

In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti o per altri giustificati motivi l’IRCCS si riserva la facoltà di annullare o rinviare il corso dandone comunicazione scritta, alla mail indicata.

Solo in caso di annullamento si provvederà al rimborso della quota versata.

REGISTRAZIONE PARTECIPANTI E RILASCIO ATTESTATI

Al termine del corso, entro 48 ore, sarà scaricabile previa registrazione sulla piattaforma on-line http://formazioneweb.oasi.en.it, l’attestato di frequenza.

L’attestato con i crediti formativi ECM sarà disponibile entro 60 giorni, scaricabile dalla piattaforma on-line, http://formazioneweb.oasi.en.it.

Si ricorda che per acquisire l’attestato ECM occorre garantire la presenza in aula per l’intera durata dell’evento e il superamento della prova di valutazione dell’apprendimento.

PER SCARICARE IL PROGRAMMA CLICCA QUILa vita prenatale.Oasi di Troina.12.10.19

Torna su