AIGOC Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici

La posizione del direttivo AIGOC in merito all'appello SIEOG

gravidanza diagnosi h200

COMUNICATO STAMPA del 25 Ottobre 2012
Il Consiglio Direttivo dell’AIGOC (Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici) leggendo l’Appello fatto dal collega Dario Paladini, Presidente SIEOG (Società Italiana di Ecografia Ostetrica e Ginecologica), a nome del Consiglio di Presidenza in seguito alla sentenza della Corte di Cassazione (n. 16754 del 2/10/2012), con la quale viene riconosciuta la possibilità di un risarcimento direttamente all’individuo nato affetto da una malformazione o da una sindrome genetica oltre al risarcimento che precedenti sentenze avevano riconosciuto alla madre per non essere stata messa nelle condizioni di poter eventualmente richiedere la applicazione della legge 194.

 

Leggi tutto...

Presunta nostra ignoranza della definizione di eugenetica

diagnosi pre impiantoCOMUNICATO A.I.G.O.C. del 11 Settembre 2012
In merito alla “preoccupazione per la gravità delle affermazioni della Associazione dei Ginecologi e Ostetrici Cattolici in riferimento alla sentenza della Corte UE” espressa dalla S.I.S.ME.R. il Consiglio Direttivo dell’A.I.G.OC. manifesta il suo dispiacere nel notare che la preoccupazione espressa dalla S.I.S.ME.R. sia motivata da una presunta nostra ignoranza della definizione di eugenetica elaborata dalla O.M.S. e non piuttosto dal numero sempre crescente di vittime della diagnosi preimpianto e di un certo modo di fare diagnosi prenatale.

Leggi tutto...

Delusione, Timore, Dolore

giustizia 200xCOMUNICATO STAMPA del Giugno 2012
Di fronte alla decisione della Corte Costituzionale di dichiarare manifestamente inammissibile il ricorso presentato dal Giudice Tutelare di Spoleto per valutare la legittimità costituzionale dell’articolo 4 della legge, indicante le circostanze che permettono l’aborto entro i primi 90 giorni visto che potrebbero violare gli articoli 2 (diritti inviolabili dell’uomo) e 32 (tutela della salute) della Costituzione, il Consiglio Direttivo dell’AIGOC, Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici sente la necessità di manifestare pubblicamente i sentimenti, che il comportamento dei Giudici ha suscitato: delusione , timore , dolore.

Leggi tutto...

Siamo diventati tutti Hitler o Hitler è diventato il precursore dei nuovi diritti civili?

Corte Europea dei Diritti dell’UomoCOMUNICATO STAMPA del 05 Settembre 2012
Il Consiglio Direttivo dell’AIGOC, Associazione Italiana Ginecologi ed Ostetrici Cattolici leggendo la sentenza di una sezione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo,
che ha ritenuto il divieto di diagnosi genetica preimpianto sull’embrione prodotto in vitro contrario all’articolo 8 della Convenzione, ed alcuni commenti ad essa correlati ha rilasciato questa dichiarazione “Siamo profondamente rattristati ed addolorati perché tocchiamo con mano come in poco più di 60 anni ciò che é stato considerato un crimine contro l’umanità (la selezione eugenetica voluta da Hitler, …) per i giudici di questa sezione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo è divenuto un diritto tanto importante da condannare lo Stato Italiano a risarcire la coppia che non l’ha potuto esercitare .

Leggi tutto...

Le menzogne della Falsa Scienza

fetoCOMUNICATO STAMPA del 18 Aprile 2012
L’Associazione Ginecologi e Ostetrici Cattolici smentisce le battaglie del relativismo etico-scientifico e promuove con forza la Cultura della Vita
“La preziosità della vita umana è in pericolo: uniamoci ancor di più per contrastare la deriva scientifica e relativista delle nostre società” – è quanto dichiara oggi il presidente Giuseppe Noia in una nota dell’AIGOC, che commenta i fatti e le idee delle ultime settimane in Italia e nel mondo

“La Vita è stata umiliata – prosegue la nota dell’AIGOC - in una spirale di relativismo scientifico, etico ed umano. Le menzogne della scienza sono sotto gli occhi di tutti: la pillola dei 5 giorni dopo,
abortiva, viene continuamente proposta come “contraccettivo di emergenza”. In Cina vengono propagandati come terapeutici, approcci che utilizzano le cellule staminali embrionali, senza alcuna evidenza scientifica di successo ma integrati in un supermarket delle illusioni. La “precarietà” dell’embrione nei suoi primi momenti esistenziali, è stata accentuata recentemente dall’episodio avvenuto all’ospedale San Filippo Neri: 94 vite umane, concepite in vitro e congelate sono andate
perdute per un malfunzionamento del freezer. Attualmente nel mondo, dai censimenti degli ultimi 8 anni, vi sono più di 1.500.000 di embrioni congelati”.

Leggi tutto...

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Utilizzando questo sito acconsenti il loro utilizzo!