AIGOC Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici

Gli aborti volontari sono diminuiti?

gli aborti volontari sono diminuiti?Lunedì 27 aprile2015 siamo stati presenti con l'intervento del nostro Segretario Nazionale, dott. Angelo Francesco Filardo, alla trasmissione radiofonica di Radio 1 “Radio anch’io” sul tema diritto all’aborto volontario, ma non abbiamo avuto il tempo necessario per esporre il nostro punto di vista a causa dell’esiguità del tempo concessoci, perciò riteniamo opportuno pubblicare sul nostro sito l’intervento preparato in modo che chi lo vuole può leggerlo ed anche per indicare come si leggono correttamente i dati pubblicati dal Ministero della Salute.

Leggi tutto...

Petizione sull’educazione affettiva e sessuale nelle scuole

Petizione sull’educazione affettiva e sessuale nelle scuole

ProVita Onlus, l’Associazione Italiana Genitori (AGe), l’Associazioni Genitori delle Scuole Cattoliche (AGeSC), il Movimento per la Vita e Giuristi per la Vita, presentano questa petizione propositiva al Ministro dell’Istruzione, nonché al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio, affinché i nostri figli possano trovare nella scuola, non ideologie destabilizzanti come l’ideologia gender, ma progetti, corsi e strategie educative che permettano uno sviluppo sano della loro personalità, in armonia con la famiglia e con le istanze etiche, rispettosi di tutti ed in primis della natura umana.

FIRMA ANCHE TU

 

Difendo il diritto alla vita di tutti i feti

giuseppe noiaIntervista al prof. Giuseppe Noia.

(da un’ articolo di Grazia Garlando)
 “Spesso la donna che pensa all’interruzione di gravidanza è piena di dubbi e paure in merito ai rischi cui crede di andare inevitabilmente incontro” spiega Giuseppe Noia, Presidente dell’Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici (A.I.G.O.C.).

Leggi tutto...

Vita e famiglia: il contributo dei ginecologi cattolici

Il professor Giuseppe Noia parla dell'Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici, di cui è presidente.

Tratto da Zenit.org del 28 Dicembre 2014

prof. Giuseppe Noia“Una società che ammicca costantemente al relativismo etico ed è indifferente al destino dell’uomo porta inevitabilmente alla cecità dell’anima”. È la constatazione di questo impietoso scenario che ha spinto un gruppo di medici - impegnati nell’ambito della tutela della salute della donna e della vita nascente - a riunirsi nella Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici (Aigoc), al fine di “invertire questa realtà” veicolando “i valori più belli” come “il dono della vita, la giustizia, la libertà di coscienza, la solidarietà e la verità sull’uomo”. Il 12 dicembre scorso presso il Policlinico “Gemelli” l’Aigoc ha tenuto un seminario con l’intento di esprimere “le sinergie per una grande strategia in favore della vita e della famiglia”. Di questo tema, nel giorno in cui la Chiesa invita a contemplare la Sacra Famiglia di Nazareth, ne parla a ZENIT il prof. Giuseppe Noia, presidente dell’Aigoc.

Leggi tutto...

Una Vita lunga mezz’ora “Ma ne è valsa la pena”

Giuseppe Noia, presidente dei ginecologi cattolici, racconta la lezione di Emanuele ai genitori e ai medici.

trisomia 13Nella biblioteca del “Dipartimento Tutela salute della donna e della vita nascente, del bambino e dell’adolescente”
eravamo in 13: ginecologi, neonatologi, bioeticisti, ostetriche, specializzandi, responsabili della sala parto, riuniti per parlare di Emanuele, il bimbo con Trisomia 13, che di lì a pochi giorni avrebbe visto la luce. Tredici persone per un bambino con Trisomia 13, quasi auna cabala. Il grembo materno e paterno lo aveva comunque accolto, pur nella sua diversità numerica di cromosomi e pur nella consapevolezza che la diagnosi connotava una storia naturale infausta, di un bimbo che, purtroppo, sarebbe stato incompatibile con la vita (…)

Leggi tutto...

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Utilizzando questo sito acconsenti il loro utilizzo!